Cyborgenesi

Photo by Neuralink

<< Siamo già un cyborg. Siamo così ben collegati con i nostri telefoni e computer che perdere un telefono sembra di perdere un arto. >>

Con queste parole, Elon Musk ha presentato nel 2016 la sua startup, Neuralink. La prospettiva di Musk è quella di creare una simbiosi umano-IA (intelligenza artificiale) al fine di “curare” quella insicurezza che le nuove invenzioni e i più innovativi dispositivi creano nell’uomo. Infatti, la paura di non poterci adattare alla crescente intelligenza artificiale può essere superata soltanto se vediamo quali cambiamenti ha subito il cervello umano per adattarsi. 

Per raggiungere questo obiettivo, Neuralink sta sviluppando la tecnologia Neural Lace e l’interfaccia Brain-Machine (BMI). Brain-Machine Interface (BMI) o Brain to Machine Interface (B2M) è un’interfaccia attraverso la quale possiamo connetterci a qualsiasi macchina in grado di leggere gli input dal nostro cervello. L’obiettivo di Neuralink è quello di installare elettrodi in grado di leggere gli impulsi, amplificarli e inviarli ad una macchina. Affinchè questo sia possibile, è necessario avere un tasso di larghezza di banda elevato. La startup di Musk ha compiuto il primo passo nella creazione di un canale scalabile a larghezza di banda elevata per trasferire i segnali utilizzando matrici di fili ed elettrodi. Neural Lace è un’interfaccia cervello-macchina (BMI), che può aiutare gli esseri umani a competere con l’intelligenza artificiale. Neural Lace è una rete ultrasottile che verrà impiantata all’interno del cranio e formerà un corpo di elettrodi in grado di monitorare la funzione del cervello umano.

Fino alla scorsa estate, Neuralink avrebbe dovuto utilizzare una porta USB-C come supporto cablato per fornire alimentazione e trasferire i dati.  Oggi, l’idea è stata quella di fornire un metodo wireless coi cosiddetti “sensori N1“. Come affermò Max Hodak, presidente di Neuralink, alla presentazione introduttiva: << Quattro di questi sensori N1 saranno posizionati all’interno del cranio (tre nelle aree motorie e uno nell’area somatosensoriale). I sensori si connetteranno in modalità wireless a un dispositivo esterno montato dietro il nostro orecchio che può connettersi agli iPhone tramite un’app. >>

Rispetto ai progetti precedenti, la vera ondata di innovazione sta nel fatto che Neuralink utilizza fili ultrasottili e flessibili di una lunga durata e un maggiore volume di trasferimento dei dati. Inoltre, la composizione di tali fili è totalmente biocompatibile, quindi (presumibilmente) non sono dannosi per il cervello.

Nel 2020, la tecnologia Neuralink è stata impiantata in Gertrude, un maiale, animale dalle caratteristiche molto simili all’uomo. Mentre Gertrude azionava il muso, l’organo sensoriale più sviluppato nei maiali, le immagini e i suoni mostrati su uno schermo hanno mostrato l’attività cerebrale e hanno suggestionato tutto il mondo.

Il tassello mancante è un sistema capace di interpretare i segnali raccolti nel cervello, e per adesso la soluzione che possa permettere di dare ordini o di trasmettere informazioni al cervello a partire da un computer è molto lontana.

Etico o non etico?

Le interfacce cervello-macchina potrebbero aiutare le persone con una vasta gamma di disturbi clinici, quali le funzioni sensoriali e motorie disfunzionali.  Per tutte le personalità benestanti, potrebbe diventare un’opzione se si trovano ad affrontare qualche raro disturbo cerebrale o disturbo neurale, ma siamo ancora molto lontani da una possibile applicazione. Interferire in qualsiasi processo umano è sempre devastante e non dovrebbe essere fatto, ma provare una nuova tecnologia per scopi medici può essere vantaggioso per la razza umana.

Secondo Elon Musk, << Per salvare il futuro dell’umanità, dobbiamo vedere l’importanza delle interfacce Brain Machine (BMI). >>

Pubblicato da Giulio Magherini

- Founder del sito web InforẎoou - Studente magistrale di Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: