Il Resveratrolo: dalla natura alla salute umana

Il Resveratrolo è una molecola naturale appartenente alla classe dei polifenoli e possiede proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie e anti-tumorigeniche che possono trovare applicazione nel trattamento di una vasta serie di patologie croniche. Le principali fonti da cui può essere estratto comprendono bacche, frutta secca, cacao, piante medicinali come il Polygonum cuspidatum e, soprattutto, tutte le varietà di uva e ciò che ne deriva, ossia il vino rosso.

Il ruolo di questa molecola è stato ampiamente studiato in campo oncologico e neurologico, nelle patologie cardiovascolari e in quelle metaboliche come il diabete di tipo 2, nonché in una serie di patologie croniche associate allo stress ossidativo e all’infiammazione. Ad oggi, tuttavia, il campo di maggiore interesse per le applicazioni di questa sostanza è quello dell’invecchiamento.

Negli ultimi anni è stato dimostrato che il Resveratrolo svolge un ruolo centrale in vari processi cellulari alla base del fisiologico processo di invecchiamento: in particolare, è stato visto come questa molecola possa attivare la sirtuina 1 o SIRT1, una proteina normalmente presente nelle nostre cellule che, quando attiva, promuove un aumento della longevità cellulare.

Sebbene il contenuto di Resveratrolo del vino rosso sia piuttosto basso (una bottiglia di vino rosso contiene, infatti, approssimativamente 1.5 mg/GAE per litro), è stato ormai ampiamente dimostrato che nel contesto della dieta mediterranea, nel complesso ricchissima di polifenoli derivati da olio d’oliva, frutta, verdura e pesce fresco, anche il vino, e in particolare il vino rosso, assume un ruolo di primaria importanza nella protezione della salute dell’apparato cardiovascolare e del sistema nervoso centrale e periferico: inoltre, ci sono importanti evidenze scientifiche riguardo al fatto che nei paesi in cui viene adottata una dieta di questa tipologia ci sia un numero particolarmente alto di individui ultra-centenari.

Fonte: ResearchGate

In conclusione, non sarebbe certo ragionevole pensare che il vino rosso possa essere paragonato ad un “elisir di lunga vita”, in quanto dobbiamo considerare che al suo interno non è presente solamente una quota di Resveratrolo e altri polifenoli, ma anche l’etanolo o alcol etilico, che a lungo andare e in quantità eccessive può portare a danni di una certa importanza a livello epatico e del sistema nervoso centrale. E’ tuttavia possibile affermare che moderate quantità di vino rosso in associazione ad una dieta varia, equilibrata e ricca di frutta, verdura e pesce fresco, siano utili non solo a proteggere la nostra salute, ma anche a rendere più piacevole la nostra vita.

Fonte: Nutrients

Fonte: Biomolecules & Therapeutics

Pubblicato da Sara Roccabianca

Nata a Prato il 05/06/1996, mi avvicino al mondo della scienza e in particolare della biologia da piccolissima grazie alla serie di cartoni animati "Esplorando il Corpo Umano" di Albert Barillé e al programma televisivo "SuperQuark" di Piero e Alberto Angela. Dopo aver frequentato il Liceo Classico "Cicognini" di Prato mi iscrivo alla facoltà di Biotecnologie presso l'Università degli studi di Firenze e conseguo la laurea triennale l'11 ottobre 2018. Attualmente sto per conseguire la laurea magistrale in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche presso la stessa Università. Il mio futuro? La ricerca oncologica e lo studio del cancro: come prevenirlo, diagnosticarlo in fase precoce, caratterizzarlo e sconfiggerlo in modo sempre più efficace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: