I cannabinoidi come possibili inibitori dell’attivazione dello stroma del carcinoma prostatico

Photo by Aphiwat chuangchoem on Pexels.com

Negli ultimi anni, i cannabinoidi, composti attivi presenti nella Cannabis Sativa, hanno ricevuto crescenti attenzioni grazie ai loro potenti effetti antitumorali sia in vitro che in modelli animali di diversi tumori umani, tra cui il carcinoma prostatico (PCa). I principi attivi più rappresentati negli estratti di Cannabis sono il THC, composto psicotropo che si lega ai recettori cannabinoidi CB1 e CB2, espressi prevalentemente a livello del sistema nervoso centrale (SNC) e il cannabidiolo (CBD) che lega soprattutto il recettore TRPV1 (Transient Receptor Potential Vanilloid). Dopo aver caratterizzato i principi attivi della Cannabis, è stato identificato negli anni ’90 un sistema endocannabinoide composto da enzimi, endocannabinoidi e recettori coinvolto nel rilascio di neurotrasmettitori nel SNC e nella modulazione della risposta immune. Nell’ultimo decennio, sono stati sintetizzati una serie di analoghi sintetici dei cannabinoidi come il WIN 55-212.2, analogo del THC, e il CBD utilizzati come palliativo per ridurre il dolore e il senso di ansia/depressione in pazienti oncologici. Ad oggi, il PCa rimane ancora la seconda causa di decessi per cancro negli uomini, quindi è necessario identificare nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di terapie più efficaci. Considerato che i tumori solidi possiedono un microambiente che evolve insieme al cancro per sostenere la crescita e la progressione tumorale, lo scopo dell’analisi svolte è stato quello di valutare se il trattamento con cannabinoidi potesse in qualche modo ridurre lo stato di attivazione dello stroma di PCa.

In particolare, in questo studio ci siamo focalizzati sugli effetti indotti dai cannabinoidi nei fibroblasti associati a tumore, cellule del microambiente tumorale. Precedenti studi hanno dimostrato che tali cellule sostengono la progressione del PCa, inducendo l’aumento delle caratteristiche invasive.

I dati preliminari che sono stati ottenuti indicano che tali cellule esprimono un più alto livello del recettore CB2 rispetto a fibroblasti sani isolati da biopsie di tumori benigni. Inoltre, entrambi i cannabinoidi sintetici WIN 55-212.2 e CBD influenzano notevolmente lo stato di attivazione dei fibroblasti associati a tumore, soprattutto in termini di capacità invasive.

Oltre ai fibroblasti associati a tumore, abbiamo deciso di estendere l’analisi anche ai macrofagi associati a tumore, solitamente i componenti più rappresentati a livello del microambiente di diversi tumori. Tali contribuiscono alla progressione neoplastica a diversi livelli, tra cui crescita, invasione e disseminazione metastatica.
I macrofagi classicamente attivati (M1) mostrano attività anti-tumorale, mentre i macrofagi alternativamente attivati (M2 o CAMs) promuovono l’invasione delle cellule tumorali e stromali e inibiscono la risposta immunitaria contro il tumore. Studi recenti hanno rivelato che il CBD inibisce significativamente il reclutamento dei macrofagi nel microambiente tumorale del carcinoma mammario e nelle metastasi polmonari. Con questi presupposti, abbiamo condotto una prima valutazione dei livelli di espressione dei recettori cannabinoidi anche su questa popolazione cellulare. I nostri risultati preliminari evidenziano come il recettore CB2 risulti maggiormente espresso dal fenotipo M2 rispetto al fenotipo classico M1, suggerendo un possibile ruolo dei cannabinoidi anche nell’attivazione macrofagica.

L’importanza di questi risultati risiede nella possibilità di identificare farmaci in grado di colpire contemporaneamente sia le cellule tumorali che quelle stromali, migliorando significativamente il quadro clinico di pazienti oncologici affetti da PCa.

Per l’articolo ufficiale, pubblicato su The International Journal Of Molecular Sciences

Pubblicato da Giulio Magherini

- Founder del sito web InforẎoou - Studente magistrale di Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: