Autostrade: Opa a sorpresa di Gavio e Ardian per il delisting di ASTM S.p.A.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Mentre gli occhi sono puntati sull’eterna trattativa tra Atlantia e Cassa depositi e prestiti (Cdp) per il destino di Autostrade per l’Italia, la famiglia Gavio lancia insieme ai francesi del fondo Ardian un’offerta pubblica di acquisto volontaria da 1,7 miliardi di euro finalizzata ad acquisire la totalità delle azioni di Astm, gruppo quotato in Borsa che gestisce 4.594 km di rete nel mondo (Italia, Regno Unito e Brasile) di cui circa 1.423 in Italia, controllando varie concessionarie che gestiscono dalla Torino-Milano all’Autostrada dei Fiori.

ASTM S.p.A. è un Gruppo industriale attivo nei settori della gestione di reti autostradali in concessione, della progettazione e realizzazione di grandi opere infrastrutturali e della tecnologia applicata alla mobilità dei trasporti. Opere che contribuiscono allo sviluppo e al progresso di un Paese, favoriscono la mobilità di persone e merci, promuovono la crescita economica e sociale di un territorio. Ma una grande opera non è soltanto appannaggio di tecnici e ingegneri. E’ qualcosa di più, coinvolge i cittadini, l’ambiente in cui si colloca, destinata com’è a modificare in modo permanente un territorio, ha importanti implicazioni in tema di sicurezza sia nella fase costruttiva che nella fase di gestione.

L’obiettivo dell’operazione è il delisting della società “rendere possibile una riorganizzazione” di Astm finalizzata al suo “ulteriore rafforzamento”, “operazione più facilmente perseguibile nello status di non quotata”; inoltre non è escluso che si punti ad entrare nel mondo delle autostrade, vista la la variabile non irrilevante del nuovo Governo Draghi che preferirebbe le opzioni di mercato.

L’offerta è lanciata attraverso il veicolo NAF 2, società posseduta al 100% da Nuova Argo Finanziaria, che a sua volta è partecipata al 60% da Aurelia (Famiglia Gavio) e al 40% da Mercure (fondo Ardian). NAF 2 riconoscerà un corrispettivo pari a 25,60 euro per ciascuna azione portata in adesione all’offerta (con un premio del 28,8% rispetto al prezzo di venerdì 19 febbraio 2021 e del 36,3% rispetto alla media ponderata delle azioni negli ultimi sei mesi). L’esborso massimo, in caso di adesione totalitaria all’offerta da parte di tutti i titolari delle azioni sarà poco più di 1,7 miliardi di euro. La quota del capitale di Astm, oggetto dell’offerta, è del 47,638% non ancora in mano alla famiglia Gavio e al fondo Ardian.

Astm va ad aggiungersi al numero crescente di società per le quali l’Opa viene scelta per portare l’azienda fuori dalla Borsa piuttosto che per acquisirne il controllo: un trend in crescita, come evidenziato da un recente studio della Consob.

Fonte1, Fonte2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: