L’ESA e il Ritorno Geografico

Il ritorno geografico è il principio che guida l’azione dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea). Secondo questa politica gli investimenti dell’agenzia, che provengono da fondi comunitari, ricadono sui vari stati a seconda dell’entità della contribuzione di ogni stato al budget. Nel processo di assunzione l’agenzia considera anche la cittadinanza del candidato, in modo da assicurarsi che ogni stato venga rappresentato in maniera adeguata al suo peso nelle finanze dell’ESA. Questo principio è ancora più importante quando si considera la partecipazione di aziende ad un certo programma. Infatti, un’azienda italiana può ricevere una commessa dall’ESA solamente se l’Italia ha investito in quel progetto. Grazie a questo meccanismo ogni stato è incoraggiato a prendersi cura delle proprie eccellenze tecnologiche investendo in progetti comunitari e al contempo nessuno stato è messo in grado di monopolizzare l’agenzia per i suoi scopi, creando un ambiente di collaborazione e competizione positiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: