Classificazione degli antibiotici

La loro classificazione è molto ampia e vede vari livelli.
Sulla base del metodo di azione, si distinguono Battericidi, che distruggono il batterio e le sue componenti, e Batteriostatici, che ne impediscono crescita e diffusione.
Altro livello di classificazione, si basa sulla specifica molecola batterica bersaglio dell’antibiotico, la cui alterazione determina l’effetto terapeutico. Batteriostatici come i Chinoloni, vanno ad interferire con la duplicazione del DNA del batterio impedendone la replicazione. Battericidi come Ansamicine, Amminoglicosidi, Tetracicline e Macrolidi invece, interferiscono con vari step del metabolismo del RNA batterico, determinando il blocco della sintesi proteica.

Pubblicato da Matteo Buonamici

In una giungla di passioni che coltivo sin dall'infanzia all'insegna dell'ecletticismo più sfrenato, mi interesso di scienza, tecnologia e progresso in generale. A seguito della laurea in Biotecnologie, ho intrapreso un percorso di crescita personale e professionale, in modo da essere pronto per le sfide future.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: