Ambiente

COP 26

COP 26: L’inizio delle grandi promesse Introduzione La 26esima Conferenza ONU delle parti sui cambiamenti climatici (26th UN Climate Change Conference of the Parties), meglio conosciuta con la sua abbreviazione COP26, si è riunita a Glasgow alla fine di ottobre e si è conclusa venerdì 12 novembre 2021. Oltre 40.000 partecipanti, tra cui circa 120Continua a leggere “COP 26”

Di cosa parliamo quando parliamo di sostenibilità

Ogni giorno sentiamo parlare di sostenibilità e sviluppo sostenibile – dai media, dai politici e dalle aziende, in ambiti divulgativi o per il marketing. Ma sappiamo veramente di cosa parliamo quando parliamo di sostenibilità? (Fig. 1). Secondo il Rapporto Brundtland – “Our common future” –, pubblicato nel 1987 dalla Commissione Mondiale per l’Ambiente e loContinua a leggere “Di cosa parliamo quando parliamo di sostenibilità”

Bonificare acque contaminate da cromo utilizzando una biomassa fungina

La classe di contaminanti maggiormente presente nelle acque di scarico industriale è quella degli elementi pesanti (metalli o semimetalli). I processi industriali responsabili della loro immissione in ambiente acquatico sono dei più svariati: dall’estrazione e la lavorazione mineraria, alla concia di pelli e colorazione tessile. Gli elementi pesanti possono causare problematiche a livello di saluteContinua a leggere “Bonificare acque contaminate da cromo utilizzando una biomassa fungina”

Sostenibilità dell’industria mineraria

La maggior parte degli oggetti di uso quotidiano proviene da minerali o ha una parte del loro ciclo di vita che inizia nelle miniere. A causa del crescente fabbisogno di minerali, dovuto alle nuove tecnologie e dalla crescita della popolazione, l’industria mineraria svolge una funzione chiave nella società contemporanea. Mentre la modernizzazione ha svolto un ruolo importante nell’espansione del settore,Continua a leggere “Sostenibilità dell’industria mineraria”

Spiagge deposizionali

Le spiagge sono sistemi fisici estremamente dinamici, che si formano lungo le coste ogni qualvolta c’è una sufficiente quantità di sedimento che può essere movimentato e depositato al di sopra del medio mare dall’azione delle onde. Le spiagge deposizionali seguono un profilo (figura 1) caratteristico, influenzato dai processi costieri, dal tipo e la grandezza deiContinua a leggere “Spiagge deposizionali”

Il marine litter è un vettore per la diffusione delle specie aliene invasive

Il marine litter è rappresentato da qualsiasi materiale solido, persistente nel tempo e prodotto dall’uomo che si accumula in ambiente marino (UNEP/MAP, 2015). Nonostante l’interesse che negli ultimi anni si è posto su questa problematica, non molti sanno che il marine litter può essere un vettore per specie aliene invasive (Vegter et al., 2014). LeContinua a leggere “Il marine litter è un vettore per la diffusione delle specie aliene invasive”

CONVENTION ON BIOLOGICAL DIVERSITY: Breve analisi dei risultati e degli sviluppi futuri

INTRODUZIONE Quasi il 40% dell’economia globale e l’80% dei bisogni dei paesi in via di sviluppo derivano da risorse biologiche (OCSE, 2002). La loro protezione e il loro uso sostenibile sono quindi di fondamentale importanza, sia a livello nazionale che regionale, al fine di far fiorire la società umana nel suo insieme. Queste risorse provengonoContinua a leggere “CONVENTION ON BIOLOGICAL DIVERSITY: Breve analisi dei risultati e degli sviluppi futuri”

L’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) e l’Antropocene

ABSTRACT: La pandemia di Covid-19, oltre alla crisi sanitaria, ci mette anche di fronte alle numerose sfide del cambiamento climatico iniziate e aumentate a partire del Terzo Millennio. L’intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) e l’Accordo di Parigi definiscono che il genere umano è entrato a far parte di una nuova “epoca geologica”: l’Antropocene. QuestoContinua a leggere “L’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) e l’Antropocene”

Ecologia

Per ecologia si intende quel ramo della biologia che si occupa dello studio delle interazioni tra ambiente (naturale e non) ed organismi viventi. Il termine viene coniato nella seconda metà del XVIII secolo, ma si fa risalire l’inizio di tale disciplina scientifica nel 1913, con la nascita della British Ecological Society. Lo studio dell’ecologia faContinua a leggere “Ecologia”

Climate Change

Per climate change si intende la variazione della composizione atmosferica planetaria determinata dall’impatto antropico, in modo diretto o indiretto, che va a sommarsi alla naturale variabilità del clima. La causa principale dei cambiamenti climatici è l’emissione di gas serra (CO2, CH4, N2O, HFCs, PFCs, SF6) da parte dell’uomo, che va ad incrementarne il livello naturaleContinua a leggere “Climate Change”

Giornata mondiale della natura: corridoi ecologici contro la frammentazione degli habitat

Oggi – 3 Marzo 2021 – si celebra la Giornata Mondiale della Natura (World Wildlife Day) (Fig.1), una ricorrenza istituita nel 2013, durante la 68esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite, per increscere la consapevolezza sull’importanza di piante e animali selvatici. La scelta del giorno non è casuale, ma ricorda la data in cui fu firmataContinua a leggere “Giornata mondiale della natura: corridoi ecologici contro la frammentazione degli habitat”

Biodiversità

La biodiversità è la varietà degli organismi viventi nei rispettivi ecosistemi e comprende l’intera variabilità biologica di geni, specie e nicchie ecologiche. È importante perché ci fornisce i cosidetti servizi ecosistemici, ovvero tutti quei benefici che la natura può fornire al genere umano. Per garantire la conservazione è importante educare al concetto di sostenibilità. CioèContinua a leggere “Biodiversità”

Cambiamento climatico e oceani. Ecco gli scenari futuri globali.

1. INTRODUZIONE Il cambiamento climatico (CC) è comunemente considerato uno dei peggiori effetti dell’impatto umano sul pianeta. È diventato di fondamentale importanza per la comunità scientifica internazionale a causa dei suoi potenziali impatti sull’ambiente nel prossimo futuro. Il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change – IPCC), ovvero l’organo dell’ONU deputato allo studioContinua a leggere “Cambiamento climatico e oceani. Ecco gli scenari futuri globali.”

Bonifica di siti contaminati

Le bonifiche di siti contaminati rivestono oggigiorno un ruolo cruciale e quindi strategico nella pianificazione territoriale; in questo modo è possibile recuperare, riqualificare e valorizzare aree compromesse da fenomeni di contaminazione. Fine ultimo del processo è quello di salvaguardare l’ambiente e la salute umana, restituendo le aree al loro uso pregresso o ad un utilizzoContinua a leggere “Bonifica di siti contaminati”

Impatto degli allevamenti intensivi sulla salute umana

Gli allevamenti intensivi contribuiscono fino al 50% del prodotto interno lordo agricolo globale (Herrero et al., 2016) e sostiene il fabbisogno alimentare di quasi 1,3 miliardi di persone nei paesi in via di sviluppo (FAO, 2017). Pertanto, la dimensione effettiva della produzione animale è il risultato della dieta umana che consuma più prodotti animali all’aumentareContinua a leggere “Impatto degli allevamenti intensivi sulla salute umana”

Servizi Ecosistemici

Per servizi ecosistemici si intendono le condizioni ed i processi attraverso cui gli ecosistemi naturali sostengono, supportano e soddisfano la vita umana. Possono essere visti come la tangibile conseguenza di struttura e processi dell’ambiente naturale sul sistema socio-economico, e pertanto possono assumere un valore economico definito. Sono necessari per il mantenimento dei beni (come pescato o legname)Continua a leggere “Servizi Ecosistemici”

Planetary boundaries: fin dove può spingersi l’impatto antropico?

Negli ultimi 10˙000 anni la Terra ha attraversato un’era geologica, chiamata Olocene, caratterizzata da un’insolita stabilità climatica, che ha permesso il sorgere e la crescita delle grandi civiltà. Dalla rivoluzione industriale in poi, l’attività umana è considerata la principale causa dei cambiamenti climatici globali, portando gli esperti a teorizzare la nascita di una nuova era:Continua a leggere “Planetary boundaries: fin dove può spingersi l’impatto antropico?”

Uno sguardo sulla gestione del paesaggio agricolo

Secondo le ultime stime ONU, entro il 2050 raggiungeremo una popolazione pari a 9,7 miliardi, e con circa il 40% della superficie mondiale già utilizzata per pascoli e coltivazione, la gestione corretta dell’uso del suolo agricolo diviene più che mai di fondamentale importanza. Ad oggi sono molti i territori dove regnano pratiche agricole non sostenibili,Continua a leggere “Uno sguardo sulla gestione del paesaggio agricolo”

La Grande Muraglia Verde Africana e il rimboschimento del Sahel

La Grande Muraglia Verde per il Sahel (GGW) è un programma pan-africano volto al rimboschimento della fascia meridionale del Sahara, il cui scopo è quello di arrestare il degrado del suolo dovuto all’avanzata del deserto. Si tratta di un’iniziativa multimiliardaria che coinvolge governi, organizzazioni internazionali, il settore imprenditoriale e quello della società civile. Il GGWContinua a leggere “La Grande Muraglia Verde Africana e il rimboschimento del Sahel”