Il ritorno dei Talebani e l’incubo delle donne afghane

Domenica 15 agosto 2021: Kabul è caduta, i Talebani hanno vinto una guerra mai combattuta. La presa della capitale ha rappresentato il culmine di un’offensiva militare iniziata nel maggio 2021. Ma facciamo un passo indietro. L’Afghanistan è stato governato dai Telebani, setta fondamentalista islamica, dal 1996 fino al 2001, quando pochi mesi dopo l’attentato alleContinua a leggere “Il ritorno dei Talebani e l’incubo delle donne afghane”

I campi di concentramento nazisti, Dachau e il darwinismo sociale.

Non appena Hitler sale al potere mette insieme un sistema concentrazionario, che continuerà ad esistere fino al 1945, mutando nel tempo a seconda delle esigenze del regime. Gli obiettivi sono quelli di allontanare, sfruttare, eliminare coloro che sono considerati “diversi”: chiunque non rientra nei parametri nazisti di comportamento, ideologia e razza. Quando parliamo dei campiContinua a leggere “I campi di concentramento nazisti, Dachau e il darwinismo sociale.”

Extinction Rebellion

Extinction Rebellion è un movimento internazionale, “dal basso”, nonviolento, che agisce in risposta alla devastazione ecologica causata dalle attività umane e chiama alla disobbedienza civile nonviolenta per chiedere ai governi di invertire la rotta che ci sta portando verso il disastro climatico ed ecologico. È un movimento nato nel 2018 a Londra ma ben prestoContinua a leggere “Extinction Rebellion”

Zona grigia

Ne parla Primo Levi in “Sommersi e salvati” a proposito dei lager nazisti. Secondo l’autore, lo spazio che separa i carnefici dalle vittime non è vuoto, bensì è occupato da figure che lui definisce turpi o patetiche che non sono né totalmente vittime né totalmente persecutori. Nonostante spesso avvertiamo il bisogno di separare i buoniContinua a leggere “Zona grigia”

Van Gogh, il giallo e i digitalici

Vincent Van Gogh (1853-1890) è certamente uno degli artisti più noti al mondo. La sua pittura, così unica ed emotiva, lo rende riconoscibile anche a chi non ha specifiche conoscenze in materia artistica. Resa naturalistica e intensità visionaria sono diventate cifre indistinguibili dei suoi dipinti. La sua vita inquieta e il tragico suicidio lo hannoContinua a leggere “Van Gogh, il giallo e i digitalici”

Sindrome culturalmente condizionata

Definita anche culture-bound syndrome, si intende una malattia diffusa e riconosciuta come tale soltanto in un’area socioculturale specifica, senza una precisa corrispondenza con sindromi riconosciute dalla biomedicina o dalla psichiatria. Le sindromi culturalmente condizionate costituiscono un tema classico studiato dall’antropologia per mostrare gli aspetti culturali della salute e della malattia. Esse presentano sintomi e segniContinua a leggere “Sindrome culturalmente condizionata”

Memoria divisa

“Memoria divisa” è diventato l’emblema di forme di rappresentazioni del passato in cui non c’è accordo, in cui viene dato un senso e un’interpretazione agli eventi completamente differente. Conflitti memoria di questo tipo si sono verificati in molte comunità colpite da eccidi nazifascisti nell’Italia del 1943-1945, dove le memorie dei sopravvissuti e dei loro famigliariContinua a leggere “Memoria divisa”

Transnazionalismo

Nella fase della globalizzazione i flussi demografici acquistano caratteristiche nuove: da un modello internazionale si passa ad un modello transnazionale di migrazione, che fa riferimento alla costruzione di legami stabili e comunitari che attraversano i confini nazionali. I migranti mantengono forti legami relazionali e identitari con altri gruppi della stessa provenienza aldilà dei confini nazionali.Continua a leggere “Transnazionalismo”

Il Castello di Sammezzano

IL CASTELLO DI SAMMEZZANO Stato: Italia. Regione: Toscana. Località: Leccio (Reggello) La villa-castello di Sammezzano si trova a Leccio, frazione del Comune di Reggello, a circa 30 chilometri da Firenze. Si erge su una collina proprio sopra il paese ed è circondata da un grande parco di 187 ettari. La storia del luogo viene fattaContinua a leggere “Il Castello di Sammezzano”

Continuum genocida

Si tratta di una categoria introdotta dall’antropologa Nancy Sheper-Hughes. Secondo la studiosa esiste un continuum tra i grandi genocidi della storia, come la Shoah, dove consapevolmente sono state massacrate milioni di persone, e le piccole violenze quotidiane, nascoste e spesso autorizzate che si praticano «negli spazi sociali normativi: nelle scuole pubbliche, nelle cliniche, nei prontoContinua a leggere “Continuum genocida”