Ecologia

Per ecologia si intende quel ramo della biologia che si occupa dello studio delle interazioni tra ambiente (naturale e non) ed organismi viventi. Il termine viene coniato nella seconda metà del XVIII secolo, ma si fa risalire l’inizio di tale disciplina scientifica nel 1913, con la nascita della British Ecological Society. Lo studio dell’ecologia faContinua a leggere “Ecologia”

Cambiamento climatico e oceani. Ecco gli scenari futuri globali.

1. INTRODUZIONE Il cambiamento climatico (CC) è comunemente considerato uno dei peggiori effetti dell’impatto umano sul pianeta. È diventato di fondamentale importanza per la comunità scientifica internazionale a causa dei suoi potenziali impatti sull’ambiente nel prossimo futuro. Il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change – IPCC), ovvero l’organo dell’ONU deputato allo studioContinua a leggere “Cambiamento climatico e oceani. Ecco gli scenari futuri globali.”

PHA e PCL – Biodegradabilità di composti polimerici nell’ambiente marino

La quantità sempre crescente di plastica, che viene prodotta e rilasciata nell’ambiente con conseguenze terribili per fauna e flora, rende necessario un utilizzo ragionato della plastica e l’introduzione di nuovi tipi di plastiche che abbiano un impatto minore sull’ambiente. [vedi articoli -> link1 link2] Produrre delle plastiche che siano simili a dei composti chimici presentiContinua a leggere “PHA e PCL – Biodegradabilità di composti polimerici nell’ambiente marino”

La Grande Muraglia Verde Africana e il rimboschimento del Sahel

La Grande Muraglia Verde per il Sahel (GGW) è un programma pan-africano volto al rimboschimento della fascia meridionale del Sahara, il cui scopo è quello di arrestare il degrado del suolo dovuto all’avanzata del deserto. Si tratta di un’iniziativa multimiliardaria che coinvolge governi, organizzazioni internazionali, il settore imprenditoriale e quello della società civile. Il GGWContinua a leggere “La Grande Muraglia Verde Africana e il rimboschimento del Sahel”

Perchè “mangiare” plastica?

Sulla base di uno studio condotto da un team facente parte del Laboratorio dei processi ambientali costieri e della bonifica ecologica, presso l’Istituto di ricerca di Yantai, è stato dimostrato che frammenti di plastica inferiori a 5 millimetri possono contaminare la verdura che consumiamo. Le microplastiche derivano dalla degradazione della plastica e vengono emesse nell’ambiente terrestreContinua a leggere “Perchè “mangiare” plastica?”