Strumenti finanziari derivati in pillole: guida all’investimento

Gli strumenti finanziari derivati sono prodotti finanziari originati da contratti il cui valore “deriva” dall’andamento del valore del “sottostante” secondo una funzione matematica. Il sottostante è rappresentato da attività o da eventi osservabili oggettivamente: si fa riferimento ad attività finanziarie (azioni, obbligazioni, valute, altri strumenti finanziari derivati) oppure a merci (petrolio, oro, grano). La principale criticità degli strumenti derivati è connessa al processo di stima del loro valore che implica complesse attività di analisi.

L’investimento in strumenti finanziari derivati presenta tre finalità principali:

  • Scopo di hedging (o di copertura): riduzione del rischio finanziario del portafoglio esistente;
  • Finalità speculativa: esposizione al rischio al fine di conseguire un profitto;
  • Finalità di arbitraggio: conseguimento di un profitto privo di rischio sulla base di transazioni combinate sul derivato e sul sottostante fondate su eventuali differenze di valorizzazione.

Esistono tre categorie di prodotti derivati:

  • Contratti a termine: accordi tra due soggetti rispetto alla consegna di un determinato “sottostante” ad un prezzo (di consegna) e ad una data prestabiliti. Le variazioni del valore del sottostante definiscono il profilo di rischio/rendimento di un contratto a termine: se da un lato per l’acquirente del contratto il rischio è rappresentato dal deprezzamento del bene (in quanto è obbligato contrattualmente ad acquistare ad un prezzo più alto un bene il cui valore di mercato è inferiore); dall’altro il rischio per il venditore è rappresentato dall’apprezzamento del bene.

I futures e i forward rappresentano le due principali categorie di contratti a termine: i primi sono negoziati sui mercati regolamentati, dunque, sono standardizzati per oggetto, dimensione, scadenza e regole di negoziazione (alle parti è rimessa la facoltà di definire il prezzo di acquisto/vendita). Al contrario i forward sono negoziati al di fuori dei mercati regolamentati (over the counter).

I titoli azionari: cosa sono e come funzionano - Normanno.com
  • Swaps: contratti OTC (over the counter) in cui le parti si accordano per lo scambio di flussi di pagamenti (flussi di cassa) a date prefissate. I flussi di cassa possono essere espressi sia nella stessa valuta che in valute differenti ed il loro valore varia in base al “sottostante”.

Il credit default swap rappresenta uno dei derivati più comunemente diffusi. Tale contratto prevede che una delle parti (protection buyer) a fronte di pagamenti periodici versati alla controparte (protection seller) si protegga dal rischio di insolvenza del debitore tramite il versamento di una percentuale allo stesso protection seller. Quest’ultimo, nel caso in cui il debitore risulti insolvente, è obbligato a rimborsare il protection buyer per il valore del credito; nel caso in cui il debitore adempia ai suoi obblighi contrattuali il protection buyer sostiene un costo pari alla percentuale versata: il suo rendimento viene ridotto di tale importo.

  • Opzioni: contratti che attribuiscono il diritto (non l’obbligo) di acquistare (opzione call) o di vendere (opzione put) una determinata quantità di un bene (sottostante) ad un prezzo prestabilito (prezzo di esercizio o strike price) entro una data predefinita (opzione americana) o al raggiungimento della stessa (opzione europea).

Nel caso di opzione call l’acquirente dell’opzione ha convenienza ad esercitare il suo diritto nel caso in cui il prezzo corrente del sottostante (prezzo spot) sia più elevato del prezzo di esercizio definito dal contratto: il ricavo consisterà nella differenza tra prezzo corrente e prezzo di esercizio.

Nel caso di opzione put il ricavo del venditore è originato dalla differenza tra prezzo di esercizio e prezzo corrente: avrà venduto ad un prezzo più elevato un bene (sottostante) con un valore di mercato inferiore.

Fonte: CONSOB https://www.consob.it/web/investor-education/i-derivati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: